Cittadino globale ma solo


Tra la fine del secolo scorso e il nostro è avvenuta una profonda rivoluzione, ovvero la globalizzazione mondiale. Sono caduti i "muri" dell'ambiente in cui vivevamo e siamo stati esposti a "venti" che venivano da lontano e spesso non c'è ne siamo neanche accorti. Non siamo stati capaci di prepararci alla rivoluzione antropologica  ed economica denominata globalizzazione. Ci è stato detto che il mondo sarebbe diventato piu democratico e con più mercato, senza guerra fredda e senza frontiere.  A guardarla oggi, la globalizzazione ha portato in primis alla dissoluzione del concetto di comunità e soprattutto ha portato tanta solitudine. Si sono dissolti persino i grandi movimenti di protesta. In realtà la rivoluzione globale ci è stata imposta, non abbiamo avuto neanche una possibilità di negoziare, ci è parsa quasi provvidenziale. Oggi l'uomo ha più paura rispetto al secolo scorso. Ha paura del mondo globalizzato e guidato da mani invisibili. Oggi fenomeni come le migrazioni, ci appaiono come vere e proprie invasioni. Stiamo assistendo ad una colonizzazione digitale planetaria, salutata all'inizio con entusiasmo, ma se analizzata con attenzione si intravedono spiragli dove la democrazia è messa in discussione. La raccolta dei nostri dati su internet ed il loro utilizzo ha come scopo quello di creare un ambiente "soft" che ci abitua sempre più a delegare le nostre decisioni, con l'obiettivo di arrivare a controllare e indirizzare i nostri desideri. 

Intanto in quest'anno scolastico (2018/19) si realizza un passaggio che possiamo definire epocale: il trasloco definitivo dal Novecento al Duemila

Le aule delle nostre scuole saranno formate solo da alunni della generazione Z  che indica quella generazione dove i più vecchi sono nati nel 2000. Questa generazione è nata in un mondo tutto digitale. Chi ne fa parte ha utilizzato internet fin da piccolo ed è cresciuto di pari passo con l'avvento dei social network. Speriamo che il "nativo digitale" guardi con maggior chiarezza e serenità il variegato paesaggio del Novecento con i suoi pregi e le sue brutture e possa trarre ispirazione per migliorare questo mondo globalizzato ed intriso di solitudine. 

Iscriviti al mio canale Youtube

https://www.youtube.com/user/antea05 


1 visualizzazione